ARTICOLI IN WISHLIST

Wishlist

Nessun articolo nella Wishlist

Hai 0 articoli

Wishlist

Hai 0 articoli

CONFRONTA ARTICOLI

Comparazione

Nessun articolo da comparare

Hai 0 articoli

Comparazione

Hai 0 articoli

REGISTRATI


Non hai ancora un accout? Crealo ora per ottimizzare la tua esperienza d'acquisto
- Procedimento di checkout più rapido
- Storia dei tuoi ordini
- Tracciabilità dei tuoi acquisti
- Gestione dei tuoi indirizzi
- Salvataggio dei prodotti nella tua lista dei desideri

Accedi al Sito

 
Effettua il login per visionare i contenuti riservati ed effettuare gli acquisti

PASSWORD DIMENTICATA?

RECUPERO CREDENZIALI


Inserisci il tuo indirizzo mail. Ti verranno recapitate le nuove credenziali di accesso al sito.
Accedi Ora
ARTICOLI AGGIUNTI DI RECENTE

Carrello

Nessun articolo nel Carrello

Hai 0 articoli in Carrello

Totale: 0,00 €

Carrello

Hai 0 articoli in Carrello

Distribuzione di centrali di allarme
 

Nella gestione dell’impianto antifurto di una casa ma anche di qualsiasi altro locale o immobile si voglia proteggere dalle intrusioni le centrali di allarme costituiscono il cuore ma anche il cervello dell’intero sistema installato. Una centrale di allarme ha infatti il preciso compito di comunicare con tutte le altre componenti del sistema di sicurezza, scambiando in tempo reale i dati con gli appositi sensori posizionati nei punti più strategici. Qualsiasi anomalia rilevata fa scattare segnali acustici come le sirene ed altri strumenti di protezione e nel caso siano previste, anche chiamate dirette alle forze dell’ordine.

Per un installatore di sistemi di antifurto diventa così basilare poter disporre, in base alle diverse esigenze dell’utente che andrà ad utilizzare il sistema, delle centrali di allarme più adeguate caso per caso, e Vitekna Distribuzione è in grado di fornire sempre le soluzioni idonee attraverso un preparato servizio di consulenza.
Analizziamo insieme in questa pagina le diverse caratteristiche di cui deve disporre una centrale di allarme per garantire il giusto standard di sicurezza, per poi entrare nel dettaglio anche in merito alle tipologie.

Cosa è una centrale di allarme?

 

Un impianto antifurto si compone di 4 elementi essenziali:

  • I sensori
  • Gli allarmi, acustici e/o luminosi
  • I dispositivi di comando e controllo
  • La centralina dell’antifurto o centrale di allarme

Dall’ultimo basilare elemento dipende la completa gestione dell’intero sistema tramite sofisticate ed avanzate modalità di comunicazione integrata. I dispositivi di controllo sono forse gli elementi più semplici, in quanto costituiscono l’interfaccia dell’utente con il sistema e gli consentono di gestire i parametri di sicurezza attraverso telecomandi, tastiere o, nei modelli più avanzati che approfondiremo, anche da remoto tramite app. Quanto viene programmato nella centrale diventa istruzione per i sensori, che si attivano in base a specifici parametri personalizzabili non appena riscontrano una anomalia ed inviano in tempo reale i dati alla centrale di allarme che a quel punto fa scattare allarmi sonori e luminosi per attirare l’attenzione e far allontanare gli intrusi.
 

Considerazioni su posizione e gestione delle centrali di allarme
 

La consulenza esperta di un tecnico installatore è il più valido supporto per i consumatori circa gli aspetti legati al posizionamento della centrale di allarme ed alla sua gestione.


Dove posizionare le centrali di allarme?

Un esperto installatore di sistemi di allarme ha bisogno solo di un rapido colpo d’occhio con sopralluogo per stabilire la posizione più idonea per l’installazione della centrale di allarme. Dovrà trattarsi di un punto strategico, e solo un tecnico qualificato saprà valutare le eventuali restrizioni come la presenza di impianti idraulici o elettrici nelle vicinanze. Si sceglie di preferenza una zona centrale, sicura e di facile accesso per il proprietario ma naturalmente meno accessibile al potenziale intruso.

 

Gestione della centralina di allarme

Conoscere tutte le potenzialità di una centrale di allarme permette all’installatore di offrire una soluzione che vada incontro alle più svariate esigenze di sicurezza dell’utilizzatore. Le attuali tecnologie permettono di potersi sentire in sicurezza tutto il giorno, potendo attivare quando si è in casa i sensori perimetrali che proteggono un giardino oppure i sensori delle finestre.

Un sistema di allarme non necessita di particolare manutenzione. È opportuno una volta all’anno verificare lo stato di usura delle batterie di soccorso installate all’interno della centrale e delle sirene. È inoltre consigliabile per l’utilizzatore sottoscrivere un contratto di assistenza annuale con l’installatore così da poter ricevere un intervento tempestivo in caso di malfunzionamento del sistema.  
 

Diverse tipologie di centrali di allarme

Come risulta ormai evidente, nessun sistema di antifurto domestico può prescindere dalla presenza di una centrale di allarme, il punto di partenza per la protezione della casa. Il progresso della tecnologia ha consentito di suddividere oggi in due grandi macrocategorie questi prodotti: le centrali di allarme cablate e le centrali di allarme via radio.

Centrali di allarme cablate

Un sistema di antifurto con centrale di allarme cablata è senza dubbio quello più classico e consolidato, ma la sua scelta deve essere compiuta anche sulla scorta di eventuali vantaggi e svantaggi ed avendo ben chiari i termini di utilizzo logistici del sistema in sé anche a seconda del contesto abitativo in cui viene inserito.
In un sistema di allarme cablato tutte le comunicazioni avvengono, come suggerisce la parola stessa, attraverso cavi che assicurano il funzionamento ma soprattutto l’interconnessione tra i canonici quattro elementi prima elencati. Al sistema è possibile integrare anche delle telecamere di sorveglianza.
Si conferma il ruolo della centrale di allarme quale fulcro decisionale dell’eventuale attivazione, ed il tutto senza trasmissione di onde radio o di segnali wireless.
Tra i vantaggi ci sono la tradizionalità consolidata di un simile sistema e la sua affidabilità, dato che non è soggetto ad interferenze ed eventuali tentativi di sabotaggio. In una casa di grandi dimensioni risulta inoltre soluzione ottimale perché non è soggetta a dispersioni di segnali radio o wireless causati dalle distanze o dalle troppe mura da attraversare.
Da considerare c’è però la maggiore invasività dello stesso processo di installazione, con costi di manodopera più alti ed in alcuni casi anche opere murarie o di adattamento dell’immobile.

 

Centrali di allarme via radio

L’evoluzione tecnologica e la crescente sicurezza dei sistemi informatici hanno però spinto la crescita dei sistemi con centrali di allarme via radio, che possono comunicare oltre che con le frequenze radio anche tramite segnali wireless. Molto più versatili e “mobili”, questi sistemi di allarme permettono una più agevole installazione anche senza interventi invasivi, e possono comunicare in maniera smart con altri device e dispositivi quali lo smartphone o il tablet tramite apposite app.
Il controllo da remoto li rende quindi un emblema della sicurezza applicata alla domotica più avanzata, e le soluzioni oggi disponibili per la protezione contro interferenze ed intrusioni minimizzano sempre più ogni possibilità di sabotaggio.

Powered & Designed by Passepartout